sabato 10 febbraio 2018

ANSIA E ATTACCHI DI PANICO TRA I GIOVANI

Oggi voglio proprio iniziare con una tematica che colpisce tutti noi giovani e voglio raccontarvi come la sto sconfiggendo e cosa ho provato io negli anni.
Quanti di voi non ci siete passati?
Io ho scoperto di soffrire di ansia a soli 13 anni; l'ho capito con il tempo che era l'inizio, dopo varie medicine,goccioline,psicologi,psichiatri ho capito che il mio primo episodio di ansia mi prese quando non mi sentivo adeguata nel mio corpo, mi sentivo brutta agli occhi del primo ragazzo che mi piaceva, da li, improvvisamente mi venne un colpo alla bocca dello stomaco e la voglia di rimettere.
Appena mi allontanai da quella situazione (che invece di farmi sentire felice perchè vedevo questo ragazzo, mi rendeva una merda) incominciai a stare meglio, e da li, boh...sempre la paura che potesse succedere di nuovo.
Il problema di SOFFRIRE DI ANSIA è che se succede una volta, hai sempre paura che succeda sempre quindi, le più volte scappi da ogni situazione o persona che possa crearti ANSIA.
Ma gli attacchi veri e propri furono con il passare degli anni,nel frattempo diciamo che non vivevo una situazione in casa bellissima.
Già, mettiamo in chiaro che ero una ragazzina un pò paffutella, con i denti storti che tutti prendevano in giro, quindi già questa cosa mi rendeva sempre PARANOICA, in più venivo sempre derisa e nessun ragazzo mi guardava.
Iniziarono poi i primi ragazzi, i primi baci, le uscite le amiche, le prime sigarette e le prime trasgressioni...
erano i tempi dell'adolescenza, io mi sentivo INADEGUATA, mi incominciai a creare una corazza,bevevo come una spugna perchè mi faceva sentire forte, portavo una maschera che non potevo permettere di togliere, perchè mi consideravano tutti forte...quindi quando mi prendeva l 'ansia mi nascondevo a vomitare nei bagni.
E' STATO VERAMENTE UN PERIODO ORRENDO!
Mi prendeva questa voglia di vomitare che non mi faceva alzare dal letto,dal bagno, mi rovinavo le giornate, le serate a ballare e gli appuntamenti.
tutte le volte che dovevo o sapevo di uscire io stavo male,incomiciai a andare in cura ma nulla funzionò, sono arrivata a farmi le punture per dormire.
Con il passare degli anni, questa ansia mi ha fatto rinchiudere sempre in me stessa portandomi alla depressione, una mamma inesistente, un padre che mi scaricava il suo dolore , una sorella invalida, insomma, una vita di merda.
SOLA ERO RIMASTA SOLA, LE AMICHE QUANDO STAI MALE SPARISCONO, QUANDO UNO STA MALE SPARISCONO TUTTI!
SMISI DI MANGIARE per paura di vomitare quindi nemmeno piu a mangiare fuori andavo.
COSA MI HA GUARITA?
io ho trovato un ragazzo anche lui, ansioso che pian pianino mi ha aiutato a sconfiggere le mie ansie affrontandole, andavamo a mangiare al ristorante quasi sempre e pian pianino ho iniziato a mangiare, ho incominciato a frequentare la gente e i posti affollati.
Dovete trovare chi veramente vi vuole bene per sconfiggerla, NESSUNO SI SALVA DA SOLO!
SE anche voi ci siete passati, scrivete qua sotto, del tutto non si puo guarire ma tra tutti possiamo aiutarci, chi è solo non si isoli, l' unione fa la forza.

Nessun commento:

Posta un commento

IL CINGHIALE più buono della TOSCANA: dove mangiarlo?

ECCOCI QUI con un altra GUIDA UTILE per consigliarvi degli ottimi ristoranti in TOSCANA dove mangiare il cinghiale in tutti i suoi modi, dal...

Translate